cuore1
Cuore L’assoluta rilevanza antropologica del cuore nell’Antico Testamento trova riscontri significativi nel Nuovo Testamento. Spesso, infatti, il cuore (kardia) è evocato come centro dei sentimenti, delle passioni e delle emozioni; sede della ragione, del pensiero e dell’intelligenza; organo della volontà. Per questa pluralità di significati, nel cuore si raccoglie di fatto l’intera persona, in quanto essa esprime di più intimo e profondo. Dal cuore dipendono così anche tutte le decisioni buo...
Di più

Agnello

agnello2
Agnello I tre termini (arnion, amnos e arēn) che designano l’agnello nel Nuovo Testamentosono usati in genere come immagini e simboli, a cominciare dalla definizione di Gesù come agnello di Dio. L’unica volta in cui viene usato il termine arēn è nel passo di Luca, dove Gesù nell’affidare la missione ai settantadue discepoli, li manda come “agnelli in mezzo a lupi” (Lc 10,3). Il riferimento è alle prove e alle violenze subite dalle prime comunità cristiane (Gv 10,12; At 20,29), che anch’esse, d...
Di più

LA VIA

VIA2
LA VIA  Il simbolo della via /cammino è tipico del linguaggio biblico: vi sono le vie di Dio che conducono alla vita e le vie dell’uomo la cui meta dipende dalla libera scelta. Il simbolo della via caratterizza le varie culture, al punto che verbo il camminare o la parola strada indicano un modo di essere nella vita e di realizzarsi. ‘Farsi strada’ significa affermarsi;’avere una via’ indica un tipico comportamento. Il termine via nell’AT richiama in primo luogo l’esperienza dell’Esodo ...
Di più

La stella

stella3
LA STELLA Il simbolo biblico della stella nell’Antico Testamento si trova, in particolare, nel libro dei Numeri, nell’episodio dell’asina parlante di Balaam. Costui per ordine di Balak, re di Moab, nemico del popolo d’Israele, doveva maledire il popolo d’Israele giunto alle soglie della terra promessa. Il re Balak intima a Balaam; «Vieni, e maledici questo popolo, perché è troppo potente per me; forse così riusciremo a sconfiggerlo e potrò scacciarlo dal paese; so infatti che chi tu benedici e ...
Di più

13. Pregare con la Scrittura

if1
13.Pregare con la Scrittura  Quando leggi è Dio che ti parla; quando preghi sei tu che gli rispondi (san Girolamo)  L’insegnamento dei padri della Chiesa, che si nutrivano della parola di Dio, risuona nella DV: «Tutti i fedeli... si accostino volentieri al sacro testo sia per mezzo della sacra liturgia, che è impregnata di parole divine, sia mediante la pia lettura … Si ricordino, però, che la lettura della sacra Scrittura dev’essere accompagnata dalla preghiera» (n. 25). La formula pia...
Di più

12. Come ‘leggere’ la sacra Scrittura

bibbia_parola1
La Costituzione Dogmatica DV al n. 12 offre i criteri indispensabili per ‘leggere’ la Scrittura. Basandosi sul presupposto teologico che Dio ha parlato per mezzo di uomini e alla maniera umana, precisa: «Poiché Dio nella S. Scrittura ha parlato per mezzo di uomini alla maniera umana, l’ interprete della Sacra Scrittura per capire bene ciò che egli ha voluto comunicarci deve ricercare con attenzione ciò che gli agiografi in realtà abbiano inteso significare e a Dio è piaciuto manifestare con le l...
Di più

11. I libri dei cristiani

bibbia2
I libri cristiani che compongono il Nuovo Testamento, tra i quali emergono i quattro Vangeli (cfr. DV 18), si sono formati in modo più veloce rispetto ai libri delle Scritture ebraiche.  La loro origine coinvolge molto meno persone e il loro contenuto non si basa su di un insegnamento divino da tramettere, ma sulla persona di Gesù, più importante delle stesse Scritture. Gli stessi testimoni oculari erano ritenuti più autorevoli di qualsiasi documento scritto.  Dopo la loro morte nacque la necess...
Di più

10. Gesù, Parola fatta carne

gesù3
10. Gesù, Parola fatta carne, nel secondo Testamento Come all’origine della fede ebraica non vi è il libro sacro, ma l’incontro con la Parola così all’origine della fede cristiana non vi sono i libri sacri ma la persona di Gesù, che con la sua predicazione, le sue opere, la sua morte e risurrezione porta a compimento la rivelazione di Dio. A differenza dei profeti che parlano a nome di Dio: «Così dice il Signore», Gesù afferma di essere in persona la Parola: «In verità (Amen), io vi dico». Egli...
Di più

9. Pagine di difficile lettura della Bibbia: racconti ripetuti (2)

IF1
Il Pentateuco è il libro ‘vertice’ della Bibbia ebraica. Contiene la torà che i libri profetici commentano e gli altri scritti meditano. Numerosi esempi di prima parte della Bibbia aiutano a capire il lungo cammino della formazione della Bibbia, nel suo sviluppo storico e letterario. Grazie agli studi biblici confluiti nelle acquisizioni del Concilio Vaticano II, e nella Dei Verbum, è, ormai, assodato che questi cinque libri non sono stati scritti da Mosè come un tempo si credeva. Oggi gli stud...
Di più

8. Come capire le pagine difficili delle Scritture ebraiche (1)

IF1_bibia ebraica
La Bibbia, come sappiamo, non è stata scritta da uno scrittore geniale che, dentro le pareti della sua stanza, redasse il ‘libro sacro ’ come una storia continua. La Bibbia è nata nel grembo di una comunità viva, composta da persone concrete, desiderose di vivere la fede in Dio nonostante la loro fragilità. Questa comunità credente documenta la propria storia di fede, realizzando una specie di ‘album’ di famiglia, che raccoglie tutti gli aspetti della vita: documenti, storie, poesie, feste, legg...
Di più