contrasto2
…Alla famiglia è negato il diritto di educare liberamente i figli in una buona scuola pubblica Rimango sempre molto colpita dal racconto delle consorelle - anche di altre Congregazioni - che svolgono il loro apostolato in Africa o in Amazzonia. Talvolta i loro racconti sono drammatici. In situazioni estreme di emergenza, di mancanza di viveri o di medicinali, devono decidere chi possono curare e chi no. E’ “grido dei poveri” di cui parlava il beato Paolo VI. Altre mie consorelle ed io, che la...
Di più

costo_1
Il costo standard. Salverà la scuola dal tracollo? Il cambio di gestione del Miur, ha fatto tornare in auge i fautori di modelli scolastici alternativi e ritornare su una proposta, cioè sull’introduzione di costi standard per un reale pluralismo educativo che favorisca la libertà di scelta delle famiglie. Ma cosa è il costo standard? Perché ciclicamente questa proposta viene ripresentata, ma poi cade nel vuoto senza che si affronti il tema in modo esauriente? Abbiamo girato queste domande a ...
Di più

zero-sei2
IL DECRETO ZERO-SEI ANNI…UN PASSO IMPORTANTE Chi scrive – e sicuramente almeno qualcuno di chi legge – ha guardato con fiducia ai decreti della Legge 107/15 ed è evidente che solo un’azione culturale competente e coraggiosa può colmare i vuoti di non conoscenza. O di insipienza ideologica. Tra questi, il Decreto zero-sei anni deve essere considerato un passo importante per due ragioni: a) perché riconosce con chiarezza la pluralità dell’educazione all’interno del sistema pubblico b) perché mett...
Di più

scuola2
Non ci sono soluzioni miracolistiche Mentre si susseguono numerosi i fatti di cronaca che stigmatizzano atti indisciplinati di vari studenti della Penisola, non mancano purtroppo le “ricette” di soluzioni semplicistiche al problema. Nemmeno la scuola è indenne dal costume italiano di trasformare gli accadimenti in “fenomeni”, da curare con pillole di saggezza spiccia o direttamente con il Codice Penale: c’è, infatti, chi invoca un richiamo al contratto dei docenti per tutelarli da ragazzi bulli...
Di più

RELAZ
In queste ore in tutta Italia si parla dell’ennesimo episodio di cronaca che riguarda la scuola: una insegnante di Alessandria, una persona descritta come esile e con difficoltà motorie, è stata legata ad una seggiola dagli allievi di una prima superiore, insultata, umiliata, presa a calci. Si tratta di una vicenda molto triste, purtroppo l’ultima di una lunga serie. La profonda crisi delle relazioni sociali sfoga i suoi pesanti effetti anche sulla scuola, dove il ruolo dell’insegnante ha visto...
Di più

SCUOLA1
La scuola italiana, dalle materne alle superiori, è frequentata in Italia da 8.826.893 studenti, 1.109.585 dei quali frequentano scuole non statali, cioè non gestite dallo Stato, ma che dallo Stato sono controllate e riconosciute come luoghi di istruzione pubblici in base alla legge 62 del 2000. Per garantire l'istruzione a tutti, lo Stato ha stanziato nell'anno scolastico 2015/2016 49 miliardi e 418 milioni di euro per la scuola statale e 499 milioni per quella paritaria. Proprio per quest'ulti...
Di più

costo standard2
SCUOLA PUBBLICA, STATALE E PARITARIA. SOLO IL COSTO STANDARD GARANTISCE I DIRITTI DI TUTTI Il costo standard di sostenibilità per alunno è l’unica strada per garantire una scuola senza discriminazioni, superando inutili contrapposizioni tra buone scuole pubbliche statali e buone scuole pubbliche paritarie, di cui molte cattoliche. Anche papa Francesco, nel grande incontro con il mondo della scuola del 2010, ha bypassato ogni discriminazione. Lo ha ribadito anche il segretario della Cei mons. G...
Di più

k350624891
Dalle parole ai fatti…Larga convergenza Registriamo con fiducia la larga intesa sulla  "garanzia" del diritto di apprendere dello studente senza discriminazioni economiche; del diritto dei genitori di agire la propria responsabilità educativa in piena libertà di scelta educativa, che necessita di un pluralismo formativo (buona la scuola pubblica statale, buona la scuola pubblica paritaria) ; del diritto dei docenti a parità di titolo di scegliere una buona scuola pubblica statale e paritaria co...
Di più

STUDENTE2
Scuole cattoliche: uguali doveri, minori diritti Il 5 ottobre c.a. si è celebrata la “Giornata mondiale degli insegnanti”. In Italia gli insegnanti, considerati gli stipendi, la scarsa considerazione sociale e le difficoltà in cui si trovano ad operare, hanno piuttosto poco da festeggiare. Papa Francesco per l’occasione ha espresso un breve pensiero tramite un apposito tweet: “La missione della scuola e degli insegnanti è di sviluppare il senso del vero, del bene e del bello”. Un messaggio c...
Di più

COSTI STANDARD2
LA SCUOLA E I COSTI STANDARD La storia d’Italia, come è noto, è intessuta di contraddizioni. Si parte da un Risorgimento che non è andato proprio come abbiamo studiato sui libri di storia, si prosegue con un cammino di unificazione condotto con la politica della “piemontesizzazione” che, se da una parte ha avuto il merito di uniformare velocemente l’apparato dello Stato, dall’altro ha provocato un malcontento diffuso e radicato dei cittadini nei confronti del Governo; si arriva poi al compromes...
Di più