speranza1
NON LASCIAMOCI RUBARE LA SPERANZA Nonostante le molte parole al vento che quotidianamente ascoltiamo, si procede nel mettere in evidenza la più grave ingiustizia che interessa la famiglia italiana. L'assenza del diritto di apprendere senza discriminazioni stride così tanto in una Italia nell'era della globalizzazione perché è silente, lascia quel senso di frustrazione che nulla cambierà. Ma non si deve demordere: la frustrazione appartiene allo schiavo, non al cittadino. Diceva Sturzo "Finché g...
Di più

scuola1
Il decreto legislativo 0-6 anni, pubblicato il 16 maggio 2017, riafferma innanzitutto il diritto inviolabile all’educazione, che spetta a tutti i bambini senza alcuna discriminazione. Nulla di nuovo: il decreto cita testualmente la Costituzione del 1948. Ma quali passi mette in atto per garantire il diritto riconosciuto? Innanzitutto si ribadisce che, se il diritto di apprendere spetta al bambino, la responsabilità educativa è della famiglia, che difatti ha un ruolo di co-protagonista. “Diritto...
Di più

scuola5
La buona scuola pubblica paritaria italiana sta morendo? In genere il dibattito fra chi discute partendo da opinioni già consolidate sul tema scuole paritarie, oltre a diventare una sterile e inconcludente disputa, si conclude quasi sempre con il trinceramento dietro questi due punti di vista: integralisti laici e cattolici. La verità, purtroppo, è che la buona scuola pubblica paritaria italiana, quella che educa persone che non si fanno esplodere e che non tagliano teste, sia essa di tradizion...
Di più

scuola2
La donna oggi al centro della società e nella scuola  Suor Anna Monia, Lei è considerata una paladina della libertà di scelta educativa della famiglia, una delle voci più autorevoli nel panorama scolastico italiano oggi, libera da pregiudizi e conformismi, ma schierata. Lei stessa dichiara: «Io sto dalla parte dello studente, che viene costantemente discriminato». Possiamo sicuramente affermare che, lungo questi anni, non si è negata a nessuno: è pubblicata da tutte le testate giornalistiche la...
Di più

civiltà2
Una battaglia trasversale di civiltà In genere il dibattito fra chi discute partendo da opinioni già consolidate sul tema scuole paritarie, oltre a diventare una sterile e inconcludente disputa, si conclude quasi sempre con il trinceramento dietro questi due punti di vista: integralisti laici e cattolici. La verità, purtroppo, è che la buona scuola pubblica paritaria italiana, quella che educa persone che non si fanno esplodere e che non tagliano teste, sia essa di tradizione laica o cattolica...
Di più

Il punto. Di non ritorno

scuola2
La famiglia italiana attende, dal 1948 ad oggi, che le venga garantito il diritto alla libertà di scelta educativa. La famiglia può scegliere di ricoverare il nonno al San Raffaele pagando un ticket; non può scegliere di educare il nipote presso una buona scuola pubblica paritaria, perché i genitori, con il loro lavoro, non possono pagare e le tasse e la retta che fa funzionare la scuola. La famiglia povera deve iscrivere il pargolo alla scuola pubblica statale, cioè non è libera di scegliere...
Di più

La non violenza: stile di una politica per la pace

pax1
La non violenza: stile di una politica per la pace, tema scelto da Papa Francesco per la Giornata della Pace 2017, indica la pace come fondamento di una società -  nazionale che internazionale - nella quale vengano rispettati i diritti della vita, l’accettazione della diversità, l’uguaglianza tra gli uomini di ogni età, categoria sociale, religione; in cui venga salvaguardata la natura di ogni vivente, sia esso uomo o animale. Costruire la società sulla pace La pace e la violenza affondano le ...
Di più

Il valore del non detto

silenzio2
È una disciplina interiore  L’abate Arsenio diceva d’essersi pentito spesso d’aver parlato, e mai d’aver taciuto. Intendeva che il silenzio è una disciplina interiore alla quale va prestata attenzione. Dice santa Teresa: «È grave colpa quando una sorella abitualmente non osserva il silenzio». I mezzi di comunicazione di massa ci sottopongono a quella che potremmo chiamare un’«alluvione di parole». Esiste un consumismo di parole: parole dolci, seduttive, oggettive, colleriche… di ogni tipo. Pa...
Di più

L’evangelizzazione e la rete

rete3
L’evangelizzazione e la rete. Opportunità e illusioni. La rete è un ambiente e una esperienza La Rete non esiste, Internet non esiste. Noi siamo colpiti dalla tecnologia, ma finché resteremo colpiti dalla tecnica, dal «macchinoso», non ne capiremo il significato antropologico. La Rete è una rivoluzione antica... In particolare la Rete è una rivoluzione che potremmo definire «antica», cioè con salde radici nel passato perché dà forma nuova a desideri e valori antichi quanto l’esse...
Di più

Non tramonti il sole…

nontramonti1
E' con viva trepidazione che mi accingo a dire soltanto qualcosa sul tema. Lo faccio consapevole che, prima ancora di parlare a voi, è un dialogo intenso con il mio cuore, anche perché, durante tutta la mia vita, ho sempre sentito la fecondità della beatitudine "Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia" (Mt 5,7). La domanda che mi sono posta più volte è: Che cosa è la "Misericordia"? Papa Francesco, nella sua Bolla d'indizione del Giubileo che stiamo vivendo, dice: "Misericordia è...
Di più