Mese Missionario Straordinario e Sinodo per l’Amazzonia

Mese Missionario Straordinario e Sinodo per l’Amazzonia, opportunità di evangelizzazione

missione1Sinodo per l’Amazzonia e il Mese Missionario Straordinario, eventi che si celebreranno entrambi nell’Ottobre 2019, sono due opportunità di evangelizzazione, per mettere in pratica il richiamo a “riqualificare evangelicamente la missione della Chiesa nel mondo”. Lo afferma il Messaggio di Papa Francesco che ha ricevuto in udienza oggi, 1° giugno, i Direttori nazionali delle Pontificie Opere Missionarie, riuniti per la loro Assemblea Generale annuale a Sacrofano (Roma) dal 28 maggio al 2 giugno. Il Papa sottolinea l’importanza di una reale “conversione missionaria”. Con questo spirito è stato scelto il tema per il Mese Missionario dell’ottobre 2019, annunziato dal Pontefice: “Battezzati e inviati: la Chiesa di Cristo in missione nel mondo”. Il tema ricorda che “la missione è una chiamata insita nel Battesimo ed è di tutti i battezzati”, ha detto Francesco. Così la missione è invio per la salvezza che opera la conversione dell’inviato e del destinatario: la nostra vita è, in Cristo, una missione! Noi stessi siamo missione perché siamo amore di Dio comunicato, siamo santità di Dio creata a sua immagine. La missione è dunque santificazione nostra e del mondo intero, fin dalla creazione (cfr Ef 1,3-6). La dimensione missionaria del nostro Battesimo si traduce così in testimonianza di santità che dona vita e bellezza al mondo, afferma papa Francesco. La coincidenza tra i due eventi – il Sinodo per l’Amazzonia e il Mese Missionario Straordinario – “ci aiuti a tenere fisso il nostro sguardo su Gesù Cristo nell’affrontare problemi, sfide, ricchezze e povertà; ci aiuti a rinnovare l’impegno di servizio al Vangelo per la salvezza degli uomini e delle donne che vivono in quelle terre”, si legge nel testo. “Preghiamo affinché il Sinodo per l’Amazzonia possa riqualificare evangelicamente la missione anche in questa regione del mondo tanto provata, ingiustamente sfruttata e bisognosa della salvezza di Gesù”, dice il Papa.

Fonte: Agenzia Fides